MIFID II DISTRIBUTION

“Il 3 gennaio 2018 entrerà in vigore la MiFID II e tra le novità più rilevanti emerge la disciplina in tema di product governance. Uno dei punti cruciali della nuova disciplina riguarda la determinazione del “”target market”” dei clienti finali che impone una riflessione sulle modalità di scambio di informazioni tra produttore e distributore.
Il processo normativo, che dovrà portare all’identificazione dei criteri per definire il “”target market”” dei singoli strumenti di investimento, non è però privo di criticità. Anche perché, ad esempio, le società di gestione di UCITS e FIA non rientrano, oggi, nel perimetro MiFID II, e questo potrebbe costringere le società a dover gestire modalità di informazione non standardizzate sui differenti strumenti immessi sul mercato.
Quali saranno quindi gli effetti concreti della MiFID II sull’attività delle società di gestione? Come cambierà il rapporto tra produttore e distributore? Costi, trasparenza, target market come incideranno sullo sviluppo dell’industria? Che valore assumerà con la nuova direttiva la formazione professionale del personale? Queste sono solo alcune delle questioni aperte sulla MiFID II e alle quali risponderanno Salvatore Gnoni (Investment and Reporting Division di ESMA), Tiziana Togna (Head of Intermediaries di Consob), Roberta D’Apice (Direttore settore legale di Assogestioni) relatori del convegno “”MIFID II distribution: identification of target market, information to clients on costs and charges, knowledge and competence”” che si terrà il prossimo 12 aprile 2017, alle 14.45 in sala Blue 1, in occasione del Salone del Risparmio.”

(Visited 498 times, 1 visits today)

You might be interested in